0 10 minuti
Estreme Conseguenze

Roberta Trucco, che fa parte dell’Associazione Donne per la Chiesa ed è esponente del Movimento “Se non ora quando” a Estreme Conseguenze sul Congresso della famiglia di Verona: “Mi dissocio dall’ordine Naturale di cui si fanno portavoce organizzatori e relatori del Congresso di Verona. Tradisce il vero messaggio evangelico”. 

Il dissenso è anche cattolico, delle donne cattoliche in particolare. Roberta Trucco, che fa parte dell’Associazione Donne per la Chiesa ed esponente del Movimento “Se Non ora quando” esprime profonda preoccupazione per il Congresso Mondiale della famiglia che si terrà a Verona dal 29 al 31 marzo e che è stato presentato in pompa magna venerdì 15 marzo durante una conferenza stampa che Estreme Conseguenze documenta. “Da cattolica credente – dice Trucco a EC – non posso che essere scioccata dai contenuti espressi da questo Congresso che legittimano una condizione di inferiorità femminile che non può riferirsi al messaggio evangelico, e che si ha estremo interesse a mantenere immutata. L’ordine Naturale di cui si fanno portavoce organizzatori e relatori tradisce totalmente il messaggio evangelico e si avvicina sinistramente alle teorie suprematiste americane, nonché nazionaliste. Mi fanno venire in mente il manifesto The Great Replacement dell’attentatore in Nuova Zelanda le cui parole ricorrenti hanno fatto riferimento alla denatalità e agli invasori, nonché all’idea che le donne bianche debbano tornare ad un livello di fertilità superiore a due figli per donna.  Trovo inaccettabile che la prospettiva che muove tutti questi movimenti – Pro Vita compresa – venga sbandierata come cattolica. Di cattolico qui non c’è niente”.

I riferimenti sono ai tanti relatori dell’evento che in nome della vita, della famiglia e della fertilità definiscono, per esempio, gli omosessuali “una sciagura” (Alberto Zelger, consigliere comunale veronese) e una forma di violenza usata come pratica di iniziazione al satanismo (Silvana De Mari, scrittrice), difendendo la famiglia tradizionale e la dignità delle donne “prime responsabili del disfacimento della famiglia e di ogni ordine sociale” (Senatore Pillon autore del noto disegno di legge sull’affido condiviso su cui proprio le Donne per la Chiesa si sono espresse duramente).

Anche 160 ricercatori e docenti dell’Università di Verona hanno firmato poche ore fa un documento contro le tesi degli organizzatori del simposio. “Abbiamo sentito la necessità di sollevare una distinzione rispetto alle posizioni che vengono espresse – ha detto Riccardo Panattoni capofila del manifesto, direttore del Dipartimento di scienze umane e ordinario di filosofia morale – il codice etico dell’Università assieme ai principi di libertà e della ricerca e dell’insegnamento afferma quelli dell’uguaglianza e della solidarietà”.

Con una conferenza stampa dal titolo “facciamo chiarezza” sul Congresso Mondiale delle Famiglie, gli organizzatori hanno soprattutto denunciato di essere vittime di media, detrattori e del politicamente corretto. Ingiustificate, secondo loro, le accuse per aver invitato sul palco chi definisce i pro-aborto “cannibali”. Tanto che il vicepresidente della manifestazione ha detto “le élite sono spaventate, sono loro i veri intolleranti”.  L’elenco dei controversi partecipanti al Congresso si è arricchito nelle ultime ore della presenza del membro del partito repubblicano Scott Lively, che sostiene che i gay siano degli stupratori, pedofili, serial killer e che meriterebbero la camera a…

ALTRE STORIE

LA TERRA È LORO


Editoriale di William Beccaro

E ora? E ora che in centinaia di migliaia sono scesi in piazza contro di noi? Contro il nostro modello economico e contro le nostre scelte politiche? E ora che si fa? Perché, se non ve ne siete accorti, le ragazze e i ragazzi che hanno riempito in maniera straripante le vie e le piazze delle nostre città, ma anche delle metropoli del resto del mondo, con l’inquinamento non c’entrano nulla. Sono i nostri figli. Le figlie e i figli di quelli che decidono. E quelli che decidono siamo noi. Noi che guidiamo il mondo. Che lo guidiamo legiferando, che lo guidiamo votando, che lo guidiamo, insomma. Le grandi manifestazioni ci richiamano alle nostre responsabilità. Gli sconti sono finiti. Loro, i ragazzi che erano in piazza, nulla c’entrano. Manco lo hanno il diritto di voto. Subiscono le nostre scelte e oggi, hanno urlato, che queste nostre scelte a loro non piacciono. E non lasciatevi ingannare dai loro mille colori, dalla gioiosità della loro protesta, non prendete solo come un gioco le strisce verdi dipinte sui loro volti, a ricordare in chiave ambientalista i segni di guerra degli indiani d’America, queste ragazze e questi ragazzi non si fermeranno davanti alla nostra benevolenza. Dicono che la Terra, è loro. E per noi che li vediamo bambini, non può che fare effetto quel cartello che diceva: “che Pianeta intendete lasciare ai nostri figli?” Cioè ci parlano dei nostri nipoti e pronipoti che neppure sono ancora stati concepiti. E ora quindi che facciamo? Cambiam

Leggi di più

LIBERATE PINO LO PORTO, ITALIANO INNOCENTE
Estreme Conseguenze

L’assurda vicenda di un cittadino italiano Giuseppe Lo Porto, 86 anni, finito negli ingranaggi di un meccanismo giuridico infernale, estradato in due settimane negli Stati Uniti, dopo il suo arresto, eseguito il 7 maggio…

I BAMBINI POSSONO ASPETTARE
Estreme Conseguenze

Oltre 3mila famiglie sono in lista d’attesa per le adozioni internazionali. 1394 i minori stranieri dichiarati adottabili nel 2018. Erano oltre 4mila nel 2011. Calano le adozioni internazionali, come calano il numero degli aspiranti…

Chioggia, si salvi chi può
Estreme Conseguenze

A meno di dieci giorni dalla sentenza del Consiglio di Stato è iniziato il rimpallo delle responsabilità sulla vicenda dei bomboloni di Gpl di Chioggia posizionati a 200 metri dal centro della città in…

I Piccoli Fratelli
Estreme Conseguenze

Esistono nel mondo decine di migliaia di persone che ogni giorno, ogni ora, controllano e verificano i contenuti dei social media. Facebook, Twitter, YouTube…non ci sono solo macchine ed algoritmi a filtrare milioni di…

Uccise due volte
Estreme Conseguenze

Le leggi per tutelare le donne vittime di violenza in Italia ci sono ma non vengono applicate. Secondo il rapporto ombra di Grevio (organismo indipendente del Consiglio d’Europa) mancano posti letto, politiche di…

0 23 minuti
Estreme Conseguenze

È in corso un’enorme petizione internazionale contro la messa in opera del 5G per motivi di sicurezza da parte di migliaia di scienziati e professionisti di tutto il mondo. In Italia, a Vicovaro, alle porte di Roma, si è svolto il primo meeting nazionale dell’Alleanza italiana Stop 5G. Parlamentari, sindaci, medici e scienziati si sono riuniti per chiedere al Governo una moratoria in difesa della salute pubblica. Intanto alcuni dei 120 comuni italiani interessati alla sperimentazione, come Marsaglia si stanno tirando indietro. E da Trento il Senatore Andrea de Bertoldi, segretario commissione finanze e tesoro dice ”I cittadini italiani sono inconsapevoli cavie per gli effetti dell’elettrosmog 5G. Milioni di antenne, milioni di onde elettromagnetiche che mettono a rischio la salute pubblica”. Lo stesso ha fatto da Matera il Senatore Saverio De Bonis come dal Veneto la parlamentare Sara Cunial che ha interrogato il Governo sui pericoli del 5G. L’Ispra, in audizione alla Camera lo scorso 26 febbraio sul tema 5G, ha redatto un documento in cui scrive “Il Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente (SNPA) si sta già confrontando per approfondire la tematica 5G e mettere a sistema le…

“Forza nuova non è un partito di destra. E’ un movimento rivoluzionario che rifiuta la violenza. Che la giustifica e l’ammette solo nel caso della legittima difesa”. Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova, lo conferma nonostante l’aggressione subita dai giornalisti di Repubblica al cimitero del Verano, a Roma, durante le celebrazioni in ricordo dei ragazzi uccisi ad Acca Larentia il 7 gennaio del 1978:   “Un alterco, nient’altro. I giornalisti avevano fotografato minorenni presenti al
Fanelli / Gen 10
CAMPO SANTO
Estreme Conseguenze

Sono già 8 i morti schiacciati dal proprio trattore nei primi 20 giorni del 2019. 149 quelli del 2018, quasi l’identico numero del 2017 e in aumento del 7% rispetto al dato del 2016….

Quando i Gilets Jeaunes “saccheggiarono” la capitale
Estreme Conseguenze

Tanto tanto fumo. Fumo e gas urticante. “Gas, gas, en arrière” e così come yo-yo alla fine del filo ci troviamo a correre, avanzare e indietreggiare al ritmo dei boati dei colpi esplosi da agenti…

Siamo tutti elettrosensibili
Estreme Conseguenze

In Svezia sono 250mila, e ricevono dallo stato un contributo economico. In Canada all’Università di Lakehead sono state disattivate tutte le centraline Wi-fi, “perché – si legge sul sito dell’ateneo – è provato che…

“Mamma… li turchi!”
Estreme Conseguenze

Ci sono due istantanee che immortalano bene le ultime 48 ore vissute dalla città di Taranto: una è la foto di una nave, la Legiony Polskie, in rada nel Mar Grande, in attesa di…

Una puntura per domarli tutti
Estreme Conseguenze

Si chiama Depot l’ultima frontiera della psichiatria e “l’ultimo accanimento diagnostico in voga anche sui minori”. Lo racconta ad Estreme Conseguenze Vincenza Palmieri, Presidente dell’Istituto Nazionale Pedagogia Familiare che denuncia un eccesso…