0 5 minuti
Estreme Conseguenze
L'ex segretario della Fiom sul quadro attuale: "Sarebbe questo il momento di reintrodurre l’articolo 18. Per avere un lavoro sicuro serve un contratto di lavoro sicuro”.
Di / Caporedattore

Corsa alla riapertura. Le pressioni degli industriali per fare ripartire decine di produzioni non essenziali monta di ora in ora. Tra i lavoratori c’è grande preoccupazione. Si sta creando anche una forte pressione mediatica in questo senso volta a giustificare le necessità di una ripartenza economica ‘prima che sia troppo tardi’. Secondo però molti studi, non ultimo questo di Fondazione GIMBE  il rischio di ulteriori contagi in caso di nuovi spostamenti di migliaia di persone specialmente al Nord Italia è altissimo. EC ha intervistato Giorgio Cremaschi, storico sindacalista FIOM e attualmente portavoce di ‘Potere al Popolo’.

Cremaschi che giudizio da di questa possibile ‘Fase 2’ in tempi brevi?
“Rischia di essere una fase criminale. Vivo a Brescia e bisogna ricordare che due delle cause principali della diffusione del virus qui e a Bergamo sono stati gli ospedali e le fabbriche. Hanno chiuso le grandi fabbriche ma le piccole e medie, il vero tessuto industriale di questa area, sono rimaste aperte. Luoghi di lavoro dove è molto più difficile mettere in campo misure di sicurezza. La decisione ora di riaprire ulteriormente altre aziende ha due aspetti gravissimi ulteriori: sta decidendo la Confindustria. Ma questa non è una trattativa sindacale. Qui si parla…

ALTRE STORIE

ANCHE LE BUGIE SU COVID HANNO LE GAMBE CORTE


William Beccaro

Vi consigliamo, sommessamente, prima di scrivere e accusarci, contate, fidatevi, fino a dieci. Non fate come quelli e quelle che hanno imbrattato i social e il nostro sito di scritte che ci volevano a un tempo comunisti, leghisti, fascisti e poi, di notte, un mese dopo aver vergato quegli improperi, han pensato bene, di andare a cancellar dal web i loro insulti. Ci aspettavamo delle scuse, ma, si sa, la rete, inteso internet, ha buona memoria e meglio cancellar l’errore, il vostro, che riconoscere un errore. Solo per chiarire, le scuse mica ce le aspettavamo a noi, a EstremeConseguenze o al giornalista che di volta in volta si è occupato della tal notizia o inchiesta. No le scuse ce le aspettavamo alle 18 mila vittime ufficiali di covid-19 e a tutte le altre non ufficiali.   Proprio il numero delle vittime è il primo dato sul quale come sapete abbiamo battagliato come testata dall’inizio e continuiamo a battagliare. Perché il tema dei morti reali, oltre a un fatto di giustizia, è quel dato di realtà che ci permetterà di sapere da quando e da dove l’infezione è iniziata. Cioè da quando c’erano gli elementi per capire che il sistema sanitario nazionale non avrebbe retto. Se mai si riuscirà, quei numeri ci permetteranno di sapere chi è stato il paziente uno, quello vero e non il povero Mattia, 38enne di Codogno di cui tanto, troppo, si è scritto.   Siccome le istituzioni non ci rispondevano e ancora non rispondono in maniera puntuale, per

Leggi di più

GLI ALPINISTI VERONESI TORNANO DAL TAGIKISTAN GRAZIE ALLA GERMANIA
Estreme Conseguenze

Sono tornati. Mercoledì 8 aprile, i 5 istruttori di sci alpinismo italiani bloccati in Tagikistan sono rientrati a casa, a Verona. Erano usciti il 21 marzo dalla quarantena,…

I SOLDI PER LA SANITÀ DEL FUTURO? ANCHE DALLE ARMI
Estreme Conseguenze

“Quando sarà tutto finito dovremo ripensare il Servizio Sanitario Nazionale”. Ormai lo dicono (quasi) tutti. Ma dove andremo a trovare le risorse in un Paese che affronterà una crisi…

QUI ECUADOR, STATO DI COVID: LA STRAGE INVISIBILE
Estreme Conseguenze

Una città chiusa, presidiata dall’esercito, isolata, tagliata fuori dal resto dell’Ecuador e dal resto del mondo. É cosi che da quasi un mese sta vivendo Guayaquil la città più popolosa…

QUI MADRID, CITTA’ DI COVID
Estreme Conseguenze

La prima ambulanza entra nel vialetto di casa. E’ ora di cena, almeno per noi, quindi abbastanza presto per gli standard locali. Un paio di paramedici muniti di quelle che…

0 7 minuti
Estreme Conseguenze
L'autore satirico: "E' stato criminalizzato non dico il dissenso, ma anche il solo dubbio. Questo virus è pericoloso, è veloce ma non è “letale” in sé. Lo diviene davanti a una struttura sanitaria devastata"

”Vietato criticare, è il momento della solidarietà nazionale”. Capita spesso di leggere commenti come questi sui social, capita a noi di EC quando pubblichiamo notizie e editoriali che non vanno a braccetto con il “Modello Italiano” di lotta al virus, con l’orgoglio di ‘unità patriottica’ sempre più dominante. Siamo cocciuti e abbiamo bisogno di ‘teste libere’ anche per smantellare le nostre stesse certezze. Ecco perché abbiamo pensato al cittadino Senesi di Pistoia, per tutti Vauro, vignettista, autore e scrittore.

Cosa ne…

Certe notti la macchina è calda E dove ti porta lo decide lei Certe notti la strada non conta E quello che conta è sentire che vai… Sette e venti si prende la vespetta, via verso il Policlinico, altra notte Covid in arrivo. 12 ore filate di turno. Di solito senza dormire un secondo. Ligabue in testa da la carica. Resistenza. Otto meno venti. L’ascensore del Monteggia. Serve tre reparti Covid tutti sullo stesso turno.
Artoni / Apr 8
Oggi ho ricevuto la notizia che un vicino della mia famiglia ha peso il covid-19. Prima reazione? Mi sono agitata, specialmente quando ho saputo che il nuovo capo dell’associazione condominiale non sa chi chiamare e  a chi richiedere la sanificazione. Ad ogni modo, casi come questo non sono gli unici nel mio distretto e in tutta l’Ucraina. Il numero di casi covid-19 ufficialmente confermati in Ucraina ha raggiunto le 1.668 unità alle 9 dell’8 aprile.
Vdovychenko / Apr 9
IL TESTO DEL DECRETO LIQUIDITA’ DELL’8 APRILE
Estreme Conseguenze

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il provvedimento presentato dal Governo il 6 aprile. Nello specifico, il nuovo DPCM riguarda misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti…

IL TESTO DEL DECRETO SCUOLA DELL’8 APRILE
Estreme Conseguenze

Il Decreto del Presidente del Consiglio sulle misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato presentato dal ministro Lucia Azzolina…

IN LOMBARDIA IL COVID-19 CIRCOLAVA DA META’ GENNAIO
Estreme Conseguenze

Il coronavirus circolava in Lombardia e nel resto d’Italia “molto prima” rispetto al 20 di febbraio, data in cui il ricovero del ricercatore 38enne dell’Unilever all’ospedale di Codogno ha…

L’ULTIMO MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI
Estreme Conseguenze

Dopo 72 ore dall’emissione dell’ultimo modulo, arriva, datato 26 marzo 2020, il nuovo modulo di autocertificazione per gli spostamenti degli italiani. Le novità sono l’esplicitazione delle…