0 6 minuti
Estreme Conseguenze

Quella casa nel contado veneto l’ho vista tanti anni dopo e qualcuno più tardi mi avrebbe raccontato che mia nonna e mio nonno, mentre aspettavano il terzo, che mai conobbe suo padre, vivevano in una stanza al piano di sopra e poi avevano l’uso della cucinetta al piano di sotto. Il cesso, un buco scavato non lontano da casa. Fine.

Lo zio Tanciu ebbe come alternativa al dormire in auto, la stanza in affitto di una casa vicina all’ortomercato di Milano di una signora che, all’insaputa del marito in trasferta per lavoro, gliela affittò per qualche settimana, salvo poi essere cacciato, non senza sospetto.


Mio padre, grazie allo zio Toni, Padova alle spalle, arrivò, “terrone del nord”, sotto la Madonnina nel 1969 e gli toccò, insieme a un gruppo di ragazzi che di racconto in racconto si fa sempre più numeroso, una camerata in una casa di ringhiera a metà di corso Buenos Aires, il bagno sul ballatoio.


Deve essere questo mio vissuto familiare che non mi ha mai fatto apprezzare l’avventura dell’abitazione in condivisione, sinonimo per me sostanzialmente di povertà. Scelta misera di una parte, non potendo…

ALTRE STORIE

ABBIAMO PERSO


William Beccaro

La democrazia è questa cosa qui. Il sì ha vinto. Punto. I parlamentari verranno tagliati per volere popolare. Ero contrario prima e sono contrario adesso. Ho votato no con altri 7 milioni e mezzo di elettori. Il 30% dei votanti, professano siti e giornali che hanno spinto, come me, a che la Costituzione non venisse cambiata. Circa il 15% degli aventi diritto, mi permetto di correggere. Così come, annoto che i 17 milioni di sì valgono più o meno il 35% di quanti erano chiamati a esprimere la loro preferenza. Il sì è meno legittimo? Assolutamente no, ma questo numero fa riflettere. Così come credo che dovrebbe indurre a riflessione il dato che lo “strabordante” Luca Zaia, che si è portato a casa il 76%, in numeri assoluti è stato votato da 1.807.514 elettrici ed elettori, cioè un po’ meno del 44% di chi aveva diritto a esprimere il proprio voto. E il 70% di Vincenzo De Luca? I suoi 1.400.513 elettori valgono il 28% dei cinque milioni di aventi diritto in Campania. E facendo lo stesso calcolo per gli altri vincitori troviamo Giovanni Toti al 30% di quanti sono stati chiamati alle urne in Liguria, Emiliano poco più del 20% delle pugliesi e dei pugliesi maggiorenni, Eugenio Giani con il 27% delle e degli aventi diritto ‘tiene’ la Toscana. C’è qualcosa che non va. Certo il covid non ha aiutato, ma la tendenza è segnata da un po’. Il voto e il votare sta diventando sempre più un esercizio per appassionati, come se nulla pesasse l’esito delle urne

Leggi di più

URNE CINERARIE
Estreme Conseguenze

Il 6 luglio del 1849 a Roma moriva Goffredo Mameli. Aveva 21 anni. Un ragazzo. Il Canto degl’Italiani, quello che poi musicato da Michele Novaro diverrà l’Inno d’Italia, lo…

Bici e rider, strike mass contro Trenord
Estreme Conseguenze

Strike Mass – Justice for Emma è in programma oggi, 19 giugno, con ritrovo alle 17.30 e partenza alle 18 da piazza 24 maggio, a Milano. E’ una pedalata…

ROSSANA ROSSANDA, IL MANIFESTO
Estreme Conseguenze

Pioveva, quella pioggia che c’è e non c’è, che non merita l’ombrello, anche se poi, bagna. Poteva essere come in un film di Woody Allen, a New York, in…

CIAO LETIZIA MOSCA, CIAO BELLA, CIAO
Estreme Conseguenze

Sbagliammo scala io e mia moglie. La casa di Letizia Mosca e Marco Persico, da poco fidanzati, si trovava allora a un passo da piazza Ventiquattro Maggio e a…

0 5 minuti
Estreme Conseguenze
Notizie Giu 25, 2020
L'associazione ambientalista identifica cinque punti critici per la realizzazione di un polo logistico che sta facendo discutere l'opinione pubblica del Nordest: paura per il consumo di suolo

La vicenda del centro logistico che fra Veneziano e Trevigiano dovrebbe prendere corpo nei prossimi anni, probabilmente sotto l’insegna di Amazon, continua a scuotere il Veneto. I fronti che si stanno agitando sono più o meno definiti. Da una parte c’è la giunta del comune di Casale sul Sile che vede nel polo una opportunità di sviluppo. Sul versante opposto ci sono ambientalisti e gli esercenti locali che sono poco convinti dell’operazione: sia per l’impatto…

A chi vendiamo armi? Belle le scie Tricolori che hanno tinteggiato i cieli delle città italiane a fine maggio. Talmente belli che in molti casi migliaia di persone si sono accalcate per vedere passare le Frecce, mascherine all’insù e distanziamento a farsi benedire. Ma tant’è. Il  Ministero della Difesa ha dovuto rinunciare alla parata del 2 giugno e così è nata l’idea di un ‘tour’ acrobatico. Costo complessivo dell’operazione: circa 3 milioni di euro. Fate
De Luca / Set 1
C’è stato un momento, prima che tutto precipitasse, in cui per un attimo ho avuto una speranza. Mi ricordo sempre di quel momento, per la violenza con la quale, subito dopo, quell’unica speranza crollò. Era il dicembre del 2017, qualche giorno prima di Natale. A ottobre mio padre aveva ricevuto un avviso di garanzia: era in corso un’indagine che coinvolgeva praticamente tutti gli operatori dell’accoglienza a Riace. Lui era il maggiore imputato. Fummo sconvolti, ma
Lucano / Set 17
Ecco la sentenza che ‘boccia’ il test sierologico
Estreme Conseguenze

Ecco la sentenza con la quale il Tar della  Lombardia ha annullato la delibera con cui la Regione Lombardia aveva scelto il test sierologico della Diasorin senza gara e…

Ecco la nuova ordinanza Riaperture della Regione Veneto
Estreme Conseguenze

Il governatore del Veneto Luca Zaia ha emanato una nuova ordinanza che programma ulteriori aperture a partire da lunedì: tra queste anche i grandi parchi tematici, come Gardaland e…

Ecco il decreto Rilancio
Estreme Conseguenze

Dalla garanzia dello Stato per la passivita’ delle banche italiane fino a un valore nominale di 19 miliardi alla proroga della cassa integrazione e del blocco dei licenziamenti. Dal…

Ecco l’ordinanza Riaperture della Regione Veneto
Estreme Conseguenze

Come anticipato dal governatore Luca Zaia, a pochi secondi dalla firma del premier Giuseppe Conte sul dpcm Riaperture, è stata pubblicata l’ordinanza della Regione Veneto. Il primo punto…