Grazie, ci avete fatti cadere. Ma cadere malamente che proprio non riuscivamo più a ritirarci su.  Anticipo i detrattori: avevamo banda e server a sufficienza, cioè così pensavamo. Poi, pochi minuti dopo essere andati online, è venuto giù tutto. Un po’ come succede con il salvavita di casa. Dario Rigon andava di là, in cantina, a tirare su l’interruttore e, niente, la corrente saltava. E come quando a casa si indaga su quale elettrodomestico stia assorbendo troppa elettricità, così andavamo in cerca del colpevole del crollo. Poi abbiamo visto chi era, abbiamo visto il lungo elenco di IP, le vostre identità di accesso. Beh, eravate proprio tanti, ma tanti tanti, in fila. Alcuni sorridenti come a un concerto. Altri ansiosi come chi dice: non riuscirò mai a entrare. Infine qualcuno incazzato. Ci avete scritto in un po’, non tutti per fortuna, e a tutti abbiamo confessato come stavano le cose. A tutti voi, grazie di averci buttati giù, ci avete obbligati a fare da subito una casa più grande per farvi e farci stare tutti più comodi, così ampia che adesso potete invitare qui a EC anche amici e parenti, se volete portare pure da bere, noi faremo in modo che non manchino le notizie fresche.

 

Condividi questo articolo:

Direttore

William Beccaro, 45 anni, è direttore di Estreme Conseguenze. Nato professionalmente nel 1994 a Radio Popolare di Milano, ha poi lavorato per le principali testate italiane. Tra queste la Rai, la Repubblica, l’Unità, Diario, Avvenimenti, RCS, il gruppo Sole24Ore. Nel 2009 era direttore del circuito radiofonico CNR, dalle cui frequenze ha fatto scoppiare il “Caso Cucchi”.

Commenta con Facebook