MEGADEPOSITO GPL DI CHIOGGIA: PROROGHE IN SCADENZA, MA SOCOGAS VA AVANTI

Costa Bioenergie è pronta al collaudo e alla messa a regime dell’impianto di Gpl a Chioggia dopo la fine dei lavori. E’ quanto precisa con una nota rispondendo alle ultime notizie di stampa che riguardano la scadenza dei termini per la proroga dei lavori per l’ampliamento del deposito di prodotti energetici sito in Val Da Rio prevista per lunedì prossimo. “Costa Bioenergie Srl – si legge nella nota – precisa che provvederà alla comunicazione di fine lavori asseverando lo stato delle opere. La comunicazione avverrà come previsto, nei termini disposti dal decreto interministeriale autorizzativo e consentirà alle Autorità preposte di dare seguito agli adempimenti di loro competenza. Tra questi anche il collaudo dell’opera, conseguente alla fine dei lavori, e la successiva messa a regime dell’impianto.  Le ultime attività di cantiere pertanto non solo potranno, ma dovranno, essere svolte nell’ambito degli interventi previsti e permessi nel rispetto dell’iter autorizzativo. Interventi necessari ai fini della messa in esercizio a regime dell’impianto. Tutto questo – si legge ancora – con il solo obiettivo di evitare inutili allarmismi o ulteriori azioni strumentali finalizzate unicamente a ostacolare l’attività della società. “I ministeri – dice Roberto Rossi, portavoce del Comitato NoGpl di Chioggia, ci hanno detto che non è stata chiesta la proroga. Lunedì saremo davanti al deposito e se stanno lavorando faremo la nostra denuncia. Abbiamo contattato il dirigente all’urbanistica e ci ha detto che i controlli spettano al Comune. In mancanza di una proroga viene a mancare il titolo edilizio e il deposito verrebbe trattato come abuso dagli uffici comunali”.

Condividi questo articolo:
Mattea Guantieri :Mattea Guantieri, 40 anni, è entrata nella squadra di Estreme Conseguenze dopo aver coordinato testate di promozione per il Veneto. Ha collaborato al restyling del mensile di cucina A Tavola, dirigendolo per circa 18 mesi. Dopo aver collaborato con Nordesteuropa, e altre testate locali, si è dedicata alla progettazione di format editoriali per il web.

Questo sito internet usa i cookies.

Estreme Conseguenze - testata giornalistica Registro Stampa Tribunale di Verona numero 2114-3/9/2018.
style{ amp-iframe i-amphtml-sizer{ padding-top:56%; } }