L’America è entrata ufficialmente nelle nazioni in emergenza/panico. Fino a ieri mi sentivo come sul Titanic mentre l’orchestra suonava e i passeggeri di prima classe ballavano. I passeggeri di prima classe, ignari dell’iceberg a meno di un miglio parlavano della conferenza di venerdì prossimo, della cena prenotata al prestigioso ristorante per l’anniversario, del concerto di domani, delle partite di basket dei figli…….. Io ascoltavo e pensavo: “non ci sarà nulla di tutto questo: nulla”. Oggi quel che era ampiamente previsto si è avverato. Dopo il discorso alla nazione di Trump che blocca gli aerei per l’Europa per un mese, questa mattina anche nella remota Omaha è stato un susseguirsi di notizie: il concerto di Blake Shelton di questa sera è cancellato così come il torneo di basket March Madness e perfino il divertente torneo Irish Open Bonspiel del mio club di curling previsto domenica. Oggi ho ricevuto 3 email dal distretto scolastico relative al Covid-19 e nell’ultimo email si è annunciata la resa: oggi i bambini andranno a casa con il loro tablet, i loro effetti personali ed una extra scorta di libri. 10 minuti dopo il distretto scolastico vicino al mio Millard, ha annunciato che da domani, non da lunedì, le scuole sono tutte chiuse. Chi da direttive è il Dipartimento della Sanità Pubblica della Contea. A questo link trovate i luoghi che hanno frequentato i contagiati: se qualcuno era in quei luoghi a quelle ore è in quarantena e/o monitoraggio: https://www.douglascountyhealth.com/infectious-disease/diseases-and-conditions/2019-novel-coronavirus-2019-ncov.

Oggi insomma la prima classe è stata avvisata che c’è uno strano oggetto che si vede a prua.

 

 

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL GRUPPO WHATSAPP DI ESTREMECONSEGUENZE

TORNA ALLA HOME PAGE DI ESTREME CONSEGUENZE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL GRUPPO WHATSAPP DI ESTREMECONSEGUENZE

Condividi questo articolo:

collaboratore

Francesco Leon, 40 anni. Per 8 anni ho co-guidato un importante gruppo industriale di famiglia fino a quando l'ultima crisi dell'edilizia ha indotto l'azienda a portare i libri in tribunale. Dal 2015 vivo a Omaha, Nebraska che considero l'ultimo baluardo del capitalismo in un paese civilizzato. Qui gestisco una serie di piccole attività: un’azienda di ingegneria in Italia e USA, un investimento immobiliare turistico in Sud America e collaboro alla gestione di una catena di ristoranti di un mio caro amico qui in USA. Il tempo libero lo dedico ai miei figli, ai viaggi, all'orticoltura, al cavallo ed ........alla mia squadra di curling, i Stone Cold dove ho il ruolo di lead.

Commenta con Facebook