Il Giorno della Donna” in homepage, con una orgogliosa rassegna delle manager nei principali ospedali privati europei. Si presenta cosi il sito della UEHP, l’unione continentale della sanità privata cui aderisce in Italia la AIOP, la principale associazione di sanità privata italiana.

L’emergenza COVID semplicemente non esiste. Non solo non è in homepage, ma non compare nessuna notizia. Per fortuna nella colonna destra del sito ci sono gli aggiornamenti Twitter dei singoli associati e cosi che scopriamo che il Presidente Paul Garassus, con tanto di mascherina, è in ‘prima fila’ nella battaglia al virus. Ma mentre l’Europa parla di chiudere le frontiere, l’Unione dei privati europei continua a pensare ai propri corsi di aggiornamento, ai convegni, ai premi.

Nel momento in cui tutta la sanità mondiale è in allarme per quanto sta accadendo questo non sembra scalfire più di tanto chi rivendica (giustamente, dal loro punto di vista) di “promuovere gli ospedali privati in Europa perché la competizione tra pubblico e privato può solo essere un beneficio per il paziente” (to promote private hospitals in Europe, a healthcare alternative that has become indispensable. In addition, private hospitals present a service that is complementary to the public hospitals system and thus helps to maintain healthy competition, which can only be beneficial to the patient).

CLICCA QUI PER INSCRIVERTI AL GRUPPO WHATSAPP DI ESTREMECONSEGUENZE

Torna alla Home Page di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al gruppo Whatsapp di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram di Estreme Conseguenze

Condividi questo articolo:

Caporedattore

Daniele De Luca ha lavorato per 15 anni come redattore a RadioPopolare di Milano, passando dalle notizie locali ai GR nazionali. E’ stato corrispondente dagli Stati Uniti per Radio Popolare. Ha collaborato con Diario e il settimanale L’Espresso. Caporedattore a CNRMedia. E’ direttore di ‘FuoriDiMilano’, il primo magazine free-press composto da una redazione di utenti dei servizi di salute mentale.

Commenta con Facebook