Un incendio è scoppiato in tarda mattinata nel campo per rifugiati e richiedenti asilo di Moria, sull’isola greca di Lesbo, nell’Egeo nordorientale. Una bimba di 6 anni ha perso la vita, ha riferito il capo del dipartimento dei vigili del fuoco di Lesbo alla tv greca Ert. L’incendio è stato spento nel pomeriggio, è quanto riferisce in un comunicato stampa Medici Senza Frontiere (MSF) che continua a offrire supporto medico e psicologico alle persone colpite.

“Questo incendio arriva a soli due mesi da quello scoppiato nel campo di Kara Tepe e a cinque da un altro che aveva colpito Moria a settembre 2019. Questi eventi ci mostrano ancora una volta l’impatto drammatico che possono avere sulla salute fisica e psicologica delle persone che vivono in campi sovraffollati e non sicuri come quello di Moria”, ha dichiarato Marco Sandrone, Capo progetto di MSF a Lesbo.

“Le autorità europee e greche, che continuano a trattenere le persone in condizioni così disumane, hanno delle responsabilità sul ripetersi di questi terribili episodi. Quante volte ancora dobbiamo vedere le tragiche conseguenze di queste disumane politich e di contenimento prima di evacuare urgentemente le persone dall’inferno di Moria?”, ha aggiunto Marco Sandrone.

Il campo profughi di Moria, 15 minuti in macchina da Mitilene, capoluogo di Lesbo, è stato costruito per 3.000 persone ma attualmente ospita circa 20 mila rifugiati in pessime condizioni igienico-sanitarie.

Il sovraffollamento e le terribili condizioni di vita negli hotspot sulle isole greche sono la tempesta perfetta per un’epidemia di Covid-19, è l’allarme lanciato la scorsa settimana da Medici Senza Frontiere (MSF) dopo il primo caso di coronavirus sull’isola di Lesbo segnalato il 12 marzo.

 

 

CLICCA QUI PER INSCRIVERTI AL GRUPPO WHATSAPP DI ESTREMECONSEGUENZE

TORNA ALLA HOME PAGE DI ESTREME CONSEGUENZE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL GRUPPO WHATSAPP DI ESTREMECONSEGUENZE

Condividi questo articolo:

Giornalista

Nato e cresciuto in Toscana, da oltre 20 anni si divide tra Milano e Roma. Reporter, autore e sceneggiatore, ha lavorato per radio e tv, con ONG attive nei settori sanitario e socio-educativo in Africa, Asia ed Europa. Negli ultimi anni ha collaborato come reporter con l'agenzia stampa statunitense Bloomberg News.

Commenta con Facebook