Dopo 72 ore dall’emissione dell’ultimo modulo, arriva, datato 26 marzo 2020, il nuovo modulo di autocertificazione per gli spostamenti degli italiani. Le novità sono l’esplicitazione delle situazioni di necessità per cui è consentito abbandonare il proprio domicilio. L’integrazione è stata fatta, ha spiegato il capo della polizia Gabrielli, per fare in modo che si evitino interpretazioni diverse. Adesso, quindi, sono stati ricompresi nuovi specifici casi, come ad esempio, il rientro dall’estero o l’abbandono del domicilio per andare a presentare una denuncia di reato oppure ancora gli spostamenti dei padri o delle madri in ottemperanza agli obblighi di affidamento di minori in caso di separazione o divorzio, infine l’assistenza a congiunti o persone con disabilità.

Integrata, inoltre la parte afferente le sanzioni comminate a chi viola le norme anti contagio, diventate adesso multe amministrative, e non più sanzioni penali.

 

>>>>> SCARICA QUI IL MODULO AUTOCERTIFICAZIONE SPOSTAMENTI 26 MARZO 2020 <<<<<<

 

 

 

Torna alla Home Page di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al gruppo Whatsapp di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram di Estreme Conseguenze

Condividi questo articolo:
La redazione di Estreme Conseguenze.

Commenta con Facebook