Diffuso poco fa il dcpm (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) presentato il 28 marzo 2020 alle 19.30 in conferenza stampa dal Capo del Governo Conte e dal ministro dell’Economia Guantieri. Il testo, che porta in calce anche la firma del ministro dell’Interno Lamorgese, mette a disposizione 4,3 miliardi di euro che, gestiti dai mille comuni italiani, dovranno essere destinati ai servizi sociali di base, quindi per dare un primo aiuto alle italiane e italiani in difficoltà, anche a seguito dell’emergenza COVID-19.

QUI IL TESTO IN VERSIONE INTEGRALE DEL DPCM 28 MARZO 2020

Ai fondi previsti, 4,3 miliardi, si aggiungono poi altri 400 milioni di euro, stanziati con “un’ordinanza della Protezione Civile”, che saranno trasformati in buoni spesa e altri strumenti per dare la possibilità di erogare generi alimentari a chi non riesce neppure più a permettersi di acquistare il cibo per il proprio sostentamento.

Torna alla Home Page di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al gruppo Whatsapp di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram di Estreme Conseguenze

Condividi questo articolo:
La redazione di Estreme Conseguenze.

Commenta con Facebook