Mentre ci stiamo avvicinando ai 200.000 contagiati, sorprendono i numeri delle proiezioni. I dati provengono dall’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME), un istituto indipendente dell’Università di Washington. I risultati in continuo aggiornamento e si possono leggere su questo sito.

Picco di decessi (2.607 il 16 aprile), posti letto in ospedale necessari (260.342) e mancanti (84.671), posti in rianimazione necessari (38.849) e mancanti (18.905), decessi totali (93.765)…. Essendo un istituto di statistica, più dati arrivano, più le misurazioni sono accurate.

 

La particolarità di questa ricerca è che si può anche analizzare la situazione Stato per Stato che dipende anche dalle restrizioni implementate. In Nebraska ad esempio non vi è l’ordine di stare a casa, le scuole sono chiuse, i viaggi non sono limitati e i servizi non essenziali sono aperti. In base ai dati disponibili oggi ed alle restrizioni di oggi la proiezione è la seguente: picco di decessi (15 il 23 aprile), posti letto in ospedale necessari (1.396) e mancanti (0 (il Nebraska ne conta 3,130)), posti in rianimazione necessari (210) e mancanti  (il Nebraska ne conta 232), decessi totali (448). Il Nebraska conta quasi due milioni di abitanti, circa come le provincie di Belluno, Treviso e Venezia messe insieme, ma è grande come la fu Padania.

Ad oggi ci sono ancora molte zone in aree rurali, nel nord ovest del Nebraska dove non vi è nessun caso e forse non ci sarà mai ma ci sono anche due zone urbane, Omaha e Lincoln che contano rispettivamente un milione e 500.000 abitanti.

 

LEGGI TUTTO IL DIARIO AMERICANO

 

Torna alla Home Page di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al gruppo Whatsapp di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram di Estreme Conseguenze

Condividi questo articolo:

collaboratore

Francesco Leon, 40 anni. Per 8 anni ho co-guidato un importante gruppo industriale di famiglia fino a quando l'ultima crisi dell'edilizia ha indotto l'azienda a portare i libri in tribunale. Dal 2015 vivo a Omaha, Nebraska che considero l'ultimo baluardo del capitalismo in un paese civilizzato. Qui gestisco una serie di piccole attività: un’azienda di ingegneria in Italia e USA, un investimento immobiliare turistico in Sud America e collaboro alla gestione di una catena di ristoranti di un mio caro amico qui in USA. Il tempo libero lo dedico ai miei figli, ai viaggi, all'orticoltura, al cavallo ed ........alla mia squadra di curling, i Stone Cold dove ho il ruolo di lead.

Commenta con Facebook