Ieri è apparso su 6 News una video intervista  a Stephanie Huertz, cittadina di Omaha, moglie di un soldato stanziato a Vicenza. Stephanie si sente molto frustrata di come in Italia il problema del virus sia stato considerato molto seriamente mentre in USA, a suo avviso, molto alla leggera: la sua famiglia è chiusa in casa a Vicenza da 6 settimane seguendo perfettamente le regole vigenti.

Il Nebraska ad oggi conta 412 infettati e 9 decessi. Ieri altri Stati hanno instaurato il lock down o attuato restrizioni alla libertà molto significative: solo l’Arkansas, il Nord Dakota, il Sud Dakota ed….il Nebraska ad oggi non hanno adottato alcuna misura restrittiva alla libertà individuale. Ieri il Governatore ha chiesto ai cittadini di andare al lavoro, finito il lavoro andare e stare a casa e recarsi al supermercato una volta solo alla settimana da soli. E’ un invito: se voglio al supermercato ci vado 4 volte al giorno, senza guanti e senza mascherina. Alcune catene hanno imposto restrizioni al numero di clienti ammessi nei negozi (ad esempio Home Depot) ma queste sono iniziative private.

(Ph Stevenbrascombe su Instagram)

LEGGI DIARIO AMERICANO

Torna alla Home Page di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al gruppo Whatsapp di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram di Estreme Conseguenze

Condividi questo articolo:

collaboratore

Francesco Leon, 40 anni. Per 8 anni ho co-guidato un importante gruppo industriale di famiglia fino a quando l'ultima crisi dell'edilizia ha indotto l'azienda a portare i libri in tribunale. Dal 2015 vivo a Omaha, Nebraska che considero l'ultimo baluardo del capitalismo in un paese civilizzato. Qui gestisco una serie di piccole attività: un’azienda di ingegneria in Italia e USA, un investimento immobiliare turistico in Sud America e collaboro alla gestione di una catena di ristoranti di un mio caro amico qui in USA. Il tempo libero lo dedico ai miei figli, ai viaggi, all'orticoltura, al cavallo ed ........alla mia squadra di curling, i Stone Cold dove ho il ruolo di lead.

Commenta con Facebook