In quali condizioni stanno lavorando gli agenti triestini durante la crisi coronavirus? Lo abbiamo chiesto, in una video intervista, a Lorenzo Tamaro, segretario provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia. “Abbiamo il dovere di non ammalarci proprio perché abbiamo una funzione sia di soccorso che di ordine pubblico – spiega Tamaro, che sui dispositivi di sicurezza aggiunge – Sono contati, sono centellinati tanto che nel caso dell’utilizzo appunto di queste protezioni, bisogna addirittura relazionare in merito al loro utilizzo. Questo fa comprendere che ce ne sono pochi.
Io voglio citare un caso, gli occhiali anti schizzo: sono veramente merce rara, come le mascherine FFp3, utilizziamo quasi esclusivamente quelle chirurgiche.”

L’intervista completa

Torna alla Home Page di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al gruppo Whatsapp di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram di Estreme Conseguenze

Condividi questo articolo:

Videoreporter

Nato nell ‘82 dove soffia la Bora. Il mio lavoro e le mie passioni, la vela e la montagna, mi hanno fatto girare il mondo tra Europa, nord Africa, Medio Oriente e Stati Uniti, vivendo a seconda dei periodi tra Milano, Malta, Varese e Trieste.

Commenta con Facebook