Annunciata nel consueto punto stampa la nuova ordinanza della Regione Veneto, in vigore da oggi, venerdì 24 aprile, alle 15: “Si potrà andare a prendere un gelato ma con le dovute misure di distanziamento, mascherine e guanti e divieto di consumare in loco, ma consumando a casa. Idem per ristoranti, pizzerie e take away. I veneti potranno andare a prendere le pietanze sostando solo per il tempo necessario a ritirare la merce e con mascherina e guanti. Abbiamo raschiato il fondo del barile, ma la curva è in calo e i Veneti hanno collaborato”.

Tra i punti letti dal governatore relativi alla nuova ordinanza: “la revoca della disposizione di restrizione vendita abbigliamento bimbi librerie e cartolerie prima era 2 giorni settimana, oggi ci si riallinea. Opere pubbliche lavori ascrivibili a prescinder codice Ateco, andiamo per categorie, strade, autostrade, viadotti, ferrovia, opere d’arte nel sottosuolo, dragaggio, opere marittime; attività patrimonio edilizio esistente comunicazione asseverazine, lavori edilizi su patrimonio esistente; coltivazione terreno agricolo per autoconsusmo anche orti urbani con uso di mascherina e distanziamento, non c’è limite comunale; consentita vendita esercizi commerciali al dettaglio fiorerie, piante fiori semi e fertilizzanti, poter autorizzare vendita piantine all’interno dei mercati; consentiti tagli boschivi per autoconsumo in situazione di necessità ; consentito accesso ai cimiteri nel rispetto obbligo distanziameno e uso mascherine e guanti, spero che i sindaci vogliano dare un segnale per chi ha perso i suoi cari; consentite prestazioni servizio carattere artigianale terzi a bordo imbarcazioni diporto e ormeggio sistemazione darsene espletamento attività ordinaria”.

A breve il testo integrale.

Torna alla Home Page di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al gruppo Whatsapp di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram di Estreme Conseguenze

Condividi questo articolo:
La redazione di Estreme Conseguenze.

Commenta con Facebook