Categorie: NotizieSeconda

“SUBITO 10MILA NUOVI ISPETTORI DEL LAVORO”. E PIOVONO INSULTI

“Ho proposto un aumento di organico di almeno diecimila unità per gli ispettori sulla filiera del controllo sui luoghi di lavoro. In questo momento è urgente garantire la massima sicurezza e avviare un meccanismo di controllo capillare. Già prima del Covid avevamo in Italia, in media, un morto sul lavoro ogni tre giorni. Senza contare l’aumento delle malattie professionali e le condizioni in cui molte lavoratrici e lavoratori si trovano ora ad operare”.

Così la vicepresidente dei deputati PD Chiara Gribaudo. Non l’avesse mai detto. Contro di lei si è scatenato un fuoco di fila, innescato in primo luogo da Matteo Salvini.

“Invece di soldi, mascherine e regole chiare, il PD pensa di mandare in tutte le aziende gli Ispettori del Lavoro. Ma questi vogliono far fallire le imprese e l’Italia?” ha scritto ‘la Bestia’ su Facebook raccogliendo decine di migliaia di interazioni e commenti tra cui “‘Comunista malfidente’, ‘Spero ti vengano a cercare’, ‘Fai schifo’, ‘Fatti curare’. E tanti, tantissimi altri pesanti insulti.

“Gli ispettori del lavoro sono sotto organico da tempo – aggiunge Gribaudo – tenendo conto poi che molti stanno negli uffici, non si recano personalmente nei posti di lavoro. Servono non solo 10mila assunzioni ma anche una riduzione e un semplificazione del sistema dei controlli: abbiamo oggi sette corpi ispettivi diversi, bisogna rivedere l’impianto. Siamo in una situazione eccezionale servono misure eccezionali, anche per dare attuazione agli ultimi decreti del Governo. Non c’è nulla di vessatorio in questa proposta che anzi va nella direzione di tutelare tutti, in particolare gli imprenditori, che tra l’altro rischiano anche in prima persona quindi devono essere accompagnati in modo adeguato”.

“Le autocertificazioni non bastano. Serve verificare che quanto previsto dalla legge sia applicato. Già ci sono nuove risorse per l’INAIL ma francamente non mi spiego questa reazione scomposta…

Cosa pensa di quanto accaduto in Lombardia? La petizione per chiedere al Governo il Commissariamento della Regione ha ormai superato le 80mila firme, la gestione è stata disastrosa ma il PD non sembra voler attaccare Fontana a livello nazionale.

“Sicuramente sulla questione dei test sierologici a pagamento prenderemo una posizione netta. Penso però che parlare di Commissariamento in questo momento rischi di offrire la sponda a una polemica politica che potrebbe essere controproducente. Io penso che l’assessore alla Sanità avrebbe dovuto dimettersi. Ma commissariariare la Lombardia ora porterebbe a una strumentalizzazione di una parte politica. Ora si deve uscire dalla situazione drammatica in cui si trova la Lombardia. E ci sono delle inchieste in corso.

Sulla regolarizzazione degli stranieri, Gribaudo dice: “È un passaggio che chiediamo da tempo. Serve al paese. Parliamo di persone che da anni vivono in condizioni inaccettabili a causa della Bossi-Fini. Una legge che va rivista così come è da rivedere il decreto sicurezza di Salvini. Non è solo una questione di diritti e di civiltà. Parliamo di persone che da anni lavorano per noi, in condizioni di vita spesso disumane, è giusto è urgente intervenire. Tra l’altro parliamo di manodopera che porta tutti i giorni prodotti freschi sulle tavole degli italiani. È ora di uscire da questa demonizzazione vergognosa, da questa propaganda fatta sulla pelle altrui”

(Ph Vision of Fatima – Salvador Dalì)

Leggi altri articoli sulla SICUREZZA SUL LAVORO

Daniele De Luca

Daniele De Luca ha lavorato per 15 anni come redattore a RadioPopolare di Milano, passando dalle notizie locali ai GR nazionali. E’ stato corrispondente dagli Stati Uniti per Radio Popolare. Ha collaborato con Diario e il settimanale L’Espresso. Caporedattore a CNRMedia. E’ direttore di ‘FuoriDiMilano’, il primo magazine free-press composto da una redazione di utenti dei servizi di salute mentale.

Notizie recenti

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI 31 ottobre 2020

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI 31 ottobre 2020

Ecco il bollettino riguardo alla diffusione del coronavirus in Italia pubblicato alle 17 di oggi… Leggi di più

31 Ottobre 2020
CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI 30 OTTOBRE 2020

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI 30 OTTOBRE 2020

Ecco il bollettino sull'andamento del contagio da coronovaris rilasciato dalla Protezione Civile oggi 30 ottobre… Leggi di più

30 Ottobre 2020
CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI 29 OTTOBRE 2020

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI 29 OTTOBRE 2020

Sale a 217 il numero dei decessi nelle ultime 24 ore. Sono invece 26.831 i… Leggi di più

29 Ottobre 2020
COVID NEGLI AMBIENTI CHIUSI: L’ARIA CONDIZIONATA È DECISIVA

COVID NEGLI AMBIENTI CHIUSI: L’ARIA CONDIZIONATA È DECISIVA

Riprodotta in 3D la dispersione di droplet e aerosol in un pronto soccorso. Calcolati gli… Leggi di più

29 Ottobre 2020
CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI 28 OTTOBRE 2020

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE DI OGGI 28 OTTOBRE 2020

Sale di 205 il numero dei decessi nelle ultime 24 ore. Sono invece 24.991 i… Leggi di più

28 Ottobre 2020
LA PIAZZA ANTICOVID CI DICE LA MISERIA

LA PIAZZA ANTICOVID CI DICE LA MISERIA

A Torino due manifestanti cominciano a darsela di santa ragione. È successo solo poche ore… Leggi di più

27 Ottobre 2020
Share This