La chiave della risposta delle aziende all’emergenza covid-19 sono le persone. E proprio su come valorizzare le risorse umane nei tempi difficili che stiamo attraversando ragioneranno Alessia Benevieri, Head of HR&O Energy Team presso Falck Renewables SpA e l’avvocato Susanna Carinci nel secondo incontro del ciclo Working Women Winning’, donne lavoratrici che vincono.

Appuntamento per giovedì 21 maggio dalle 18 alle 19 su YouTube.

Al centro del dibattito, trai tanti argomenti, il distanziamento creato dallo smart working e le conseguenti ripercussioni sulle relazioni personali sul posto di lavoro oltre al tema delicato legato al fatto di considerare infortunio sul lavoro o meno il caso di quei dipendenti che si potrebbero ammalare una volta rientrati in azienda. Le sfide che un responsabile HR deve affrontare ogni giorno sono tante e sono aumentate ancora di più in tempi di coronavirus. E proprio l’HR ha dovuto approntare risposte concrete al repentino cambiamento delle modalità di lavoro, ideando strumenti idonei a rispondere alle prime direttive sui distanziamenti e sui tanti cambiamenti imposti dell’epidemia.

I temi sui quali Beneveri si è misurata nelle ultime settimane sono tanti e altrettante sfide offre la Fase 2. Cos’è cambiato? Serve un cambio di passo che passa attraverso lo sburocratizzare e semplificare?

I responsabili HR, nel clou dell’epidemia, hanno dovuto far fronte a situazioni anche molto rischiose e gli imprenditori stanno facendo sforzi notevoli per adeguarsi sul fronte della sicurezza. Ma come fare per tutelare al meglio la salute dei lavoratori? Cosa resterà dello smart working dopo questa crisi? Sono solo alcune delle domande a cui la dottoressa Beneveri e l’avvocato Carinci cercheranno di rispondere nel corso del dibattito, di cui EstremeConseguenze è media partner.

Per seguire il dibattito, guardate qui:

 

(Foto Ufficio a New York di Edward Hopper)

 

Torna alla Home Page di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al gruppo Whatsapp di Estreme Conseguenze

Clicca qui per iscriverti al canale Telegram di Estreme Conseguenze

Condividi questo articolo:

Giornalista

Paolo Verri bolognese di nascita e da quasi 20 anni milanese di adozione. Si è trasferito in Lombardia con la scusa dell'università e lavora come giornalista per un'agenzia di stampa da una quindicina d'anni. Ha collaborato anche con agenzie internazionali e con diverse radio, tv e quotidiani come Il Giorno e le testate del gruppo QN e quelle del gruppo Messaggero. Si occupa soprattutto di cronaca giudiziaria e nera, ma da sempre ha la testa e il cuore in giro per il mondo.

Commenta con Facebook