Anche a Milano i più contagiati dal covid19 sono le ragazze e i ragazzi in età scolare e, in particolare quelli tra i 10 e i 19 anni, o per dirla altrimenti, quelli che frequentano medie e superiori.

Il dato fa il paio con quello di Napoli e Caserta reso noto il 15 ottobre 2020 dal presidente Vincenzo De Luca, che aveva dichiarato che degli ultimi 1.127 contagiati, 611, cioè il 54% erano allievi, insegnanti o persone riconducibili all’ambito scolastico.

Tornando al capoluogo lombardo, i dati diffusi dall’Istituto Superiore di Sanità e dalla Regione Lombardia nel report sulla settimana tra l’11 e il 17 ottobre 2020, svelano che degli ultimi 3.464 contagiati dal coronavirus, 493 hanno tra i 10 e i 19 anni, con un incremento del 1.132% rispetto al periodo precedente. Una “galoppata” senza pari rispetto agli incrementi nelle altre fasce d’età.

Percentualmente, proprio l’età 10/19 risulta essere quella con incidenza maggiore di contagio, cioè a dire 4 ogni 1.000 milanesi in questa fascia d’età.

Restando ai minori, più difficile resta l’analisi della fascia tra gli zero e i 9 anni, dove nella stragrande maggioranza dei casi la malattia è asintomatica e quindi sia i tamponi che l’esame sierologico sono eseguiti più raramente.  

A Milano, in numeri assoluti, la fascia di età risultata maggiormente positiva è quella tra i 50 e 59 anni, con 620 milanesi su 3.464 risultati positivi ai test, con un’incidenza di 3 infettati ogni 1.000 in fascia d’età omogenea.

Segue, segue il segmento tra i 20 e i 29 anni, dove positivi sono risultati in 560 ovvero 39 ogni 10 mila coetanei, 3,9 ogni 100. In questo caso l’incremento rispetto all’analogo periodo precedente è stato del 629%.

Per quanto riguarda gli incrementi rispetto alla rilevazione precedente, se la prima fascia d’età è stata, appunto, quella tra i 10 e i 19 anni, con un +1.332%, la seconda è stata quella degli ultra novantenni con +980% e tra gli 80 e i 90 anni, +850%, quindi tra i 50 e i 59 anni, +660%.

Per quanto riguarda, l’incidenza sulle fasce d’età più fragili, ovvero tra i 70 e gli oltre 90 anni, a Milano positivi sono risultati in 357 ovvero 14 ogni 10.00, 3 ogni 200.